martedì 7 ottobre 2014

Scopri se sei uno chef oppure un ristoratore



LO CHEF è una figura professionale della ristorazione responsabile della cucina.

È incaricato della creazione del menù, delle ricette e dell'intera sorveglianza della loro realizzazione, sceglie e forma il personale necessario a costituire una valida brigata di cucina che lo supporti.

Si tratta di un cuoco altamente qualificato, competente in tutti gli aspetti della preparazione del cibo.

Nella moderna ristorazione possiamo distinguere in:
  • Masterchef o chef manager
  • Executive chef
  • Chef
  • Sous chef
  • Ecc....
Non stiamo qui ad elencare le differenze perché credo le sappiate meglio di me. 


IL RISTORATORE è a tutti gli effetti un imprenditore  ossia colui che detiene fattori produttivi (capitali, mezzi di produzione, forza lavoro e materie prime), sotto forma di imprese, attraverso i quali, assieme agli investimenti, contribuisce a sviluppare nuovi prodotti, nuovi mercati o nuovi mezzi di produzione stimolando quindi la creazione di nuova ricchezza e valore sotto forma di beni e servizi utili alla collettività/società.

Spesso (ma questo non avviene solo nella ristorazione) uno chef diventa un ristoratore senza però fare il vero salto di paradigma ossia senza capire che l'imprenditore, per avere successo, necessita di competenze che vanno al di là della conoscenza del proprio prodotto o servizio.

Avviene allora un fenomeno che viene definito "miopia di marketing".
L'imprenditore si focalizza esclusivamente sul proprio prodotto,  il quale diventa il quadro generale del proprio marketing.

Si tralasciano aspetti fondamentali quali bisogni dei clienti, posizionamento, cura del cliente e tanto altro.

Cosa ancora più grave, si ignora il fatto che, nel vostro caso, un buon cuoco o chef come dir si voglia debba principalmente saper cucinare e gestire una cucina mentre un ristoratore ha la necessità di implementare una serie di abilità che gli permettano di creare un business ben funzionante.

Molti di voi insorgeranno con menate del genere:

  • Il cliente oggi vuole solo spendere poco
  • I business li fanno solo chi vende merda
  • Io non diventerò mai come McDonald's

In realtà la capacità di fare fatturato (o per meglio dire utile) sembra inversamente proporzionale alla qualità del prodotto venduto.

Questo perché se stai tutto il giorno a pensare al prodotto non puoi dedicarti ad altri aspetti fondamentali e per dimostrartelo voglio farti qualche piccola domanda:

  • Il tuo locale ha un buon posizionamento? 
  • Stai evitando di fare estensione di linea? 
  • Sai nulla di marketing? 
  • I tuoi collaboratori sono un vero team? 
  • Hai capacità di leadership? 
  • Sai comunicare efficacemente? 
  • Implementi tecniche attraverso le quali aumentare lo scontrino medio? 
  • Hai un sistema di Customer Relationship Management? 

Probabilmente molti di voi non hanno capito alcune domande,  altri non hanno risposte, altri ancora avranno risposte estremamente scomode.

Leadership,  capacità di comunicazione, conoscenza del marketing, intelligenza emotiva sono solo alcune delle abilità che dovresti avere ma è prima indispensabile passare dall'essere chef ad essere RISTORATORE.

Solo così avrai la possibilità di migliorare il tuo locale, di avere più clienti e di vendere di più, lasciando naturalmente invariata la qualità del tuo prodotto e servizio.

Se credi che non sia facile o che la ristorazione è un mondo a parte o che in Italia non ci sia più possibilità da fare impresa clicca sul link seguente e scopri cosa potresti fare per cambiare le cose






Buon lavoro.

Vi aspetto sul sito www.professioneristoratore.it

Nessun commento:

Posta un commento

Intervista ad Andrea Fontana, ristoratore e relatore all'evento Professione Ristoratore Revolution 2018

Ospite della giornata del nostro blog è Andrea Fontana, titolare della trattoria Il Gabbiano situata a Corte de' Cortesi (CR). An...